"Trapping" CD

by BASS TONE TRAP

/
  • Limited Edition Compact Disc
    Compact Disc (CD)

    Re-release of 1983 LP
    Tight, energetic and complex mish-mash of free jazz, punk, jugged funk and empty space.

    Includes unlimited streaming of "Trapping" CD via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Sold Out

1.
03:02
2.
3.
04:14
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.

about

SOLD OUT !
Often hailed as a minor underground classic shortly after its 1983 release on LP, this rather zany jazz-rock outing seldom fails to entertain, even thirty years after the fact. On this effort, billed as a jazz-punk release, the British sextet's uncanny methodology is supplanted by Frank Zappa-like quirkiness, free-form jazz workouts and tuneful themes. Bassist Paul Shaft doubles as a vocalist. He spoofs rock 'n' roll with tongue-in-cheek choruses atop odd-metered backbeats, wily horn passages, and John Jasnoch's psycho wah-wah electric guitar licks.

At times optimistic and at others drenched in angst and/or torment, the band equalizes many of the harsher moments with blossoming harmonic content. On "Intruder In The Dust, the unit explores a psychedelic muse, complete with phased out guitars and budding ostinato grooves. In other spots, they poke fun at rockabilly, with avant-garde overtones and goofy tirades. Then on "Sleep Lights, the musicians touch upon the British free jazz movement, and their fractured dialogues strangely evolve into conventional swing vamps and late-'60s rock. But the overriding distinction pertains to the ensemble's ability to adopt a unified and irrefutably focused approach. In sum, these artists' oddball nooks, crannies and excitable penchant for experimentation is firmed up by their playfully maniacal outlook.

Track Listing: Sanctified; Safe in the Inner Core; Stay There; Afraid of Paper; Magnetic North; Intruder in the Dust; AAK; Complex Aesthetic; Sleep Lights; Rare & Racy; Africa Calling.

Personnel: Martin Archer: tenor & soprano saxophones, violin, organ; Derek Saw: tenor and alto saxophones, Bb and bass clarinets; John Jasnoch: electric and acoustic guitars; Neil Carver: electric guitar and little instruments; Paul Shaft: bass, vocal; Pete Infanti: drums.
ALL ABOUT JAZZ
Glenn Astarita





Dobbiamo a una piccola etichetta pugliese, la Music A La Coque, la meritoria ristampa di questo lavoro degli inglesi Bass Tone Trap, band formatasi a Sheffield nel 1981 e che si mise in luce grazie a una musica in cui free jazz, funk, punk, sperimentazione vengono coinvolte in un circolo danzante elettrico e infettivo, secondo coordinate che in quegli anni percorrevano anche James Chance e la no-wave negli States, i fervidi gruppi punk-funk nella stessa Inghilterra.

Rileggendo oggi alcuni estratti delle recensioni che accolsero l'uscita del vinile originale di questo Trapping nel 1983, nei quali ad esempio si collocava la musica del gruppo in "un luogo non ben definito tra i Soft Machine e Archie Shepp", ci si rende conto [se mai ce ne fosse stato bisogno] di come la profondità che solo il tempo sa offrire sia importantissima nel cogliere i valori di un linguaggio musicale, fattore ulteriormente accresciuto dalla recente "onda" punk-funk che ha bagnato molte proposte.

La ristampa di Trapping diventa così l'occasione per apprezzare al meglio questa musica nevrotica, spesso inquieta, ma irresistibile, nella quale tutta la fisicità dell'espressione black viene progressivamente riappropriata nella sua componente più immediata e dove si riannodano in un colpo solo quei fili invisibili che legano Captain Beefheart a Ornette Coleman.

La formazione, guidata dal sassofonista [ma anche violinista e organista] Martin Archer e dal contrabbassista Paul Shaft, vede le due chitarre elettriche di Neil Carver e John Jasnoch, Derek Saw a completare la serie dei sassofoni e dei clarinetti e Pete Infanti alla batteria. I dieci brani dell'LP originale sono integrati da tre ulteriori tracce e spaziano tra episodi più funk e momenti in cui prevale uno spirito di sperimentazione e alla fine ci si trova piacevolmente sorpresi a osservare quanti terreni sonori sono stati attraversati.

C'è nella musica dei Bass Tone Trap, in tutti gli episodi [potremmo citare il multiforme "Afraid Of Paper" oppure la psichedelica "Intruder In the Dust"] un senso di tensione e libertà al tempo stesso che riesce anche oggi, a oltre vent'anni di distanza, a colpire e che rende l'ascolto di questa ristampa qualcosa di più che un piacere per collezionisti o cercatori di modernariati sonori.

Risucchiati in una realtà urbana quale quella di Sheffield negli anni Ottanta, diventiamo parte noi stessi di quella rabbia, di quella tensione, ma anche di quella voglia di muoversi, di sentirsi vivi, di infuocare le note, di cercare una via contemporanea alle proprie ossessioni. Disco interessantissimo, dunque, onore alla band e all'etichetta che ce li ha fatti riscoprire e la conferma che sono sempre le esperienze più inquiete quelle che ci parlano anche attraverso gli anni.
Valutazione: 4 stelle
ALL ABOUT JAZZ ITALIA
Enrico Bettinello

credits

released June 7, 2013

Personnel: Martin Archer: tenor & soprano saxophones, violin, organ; Derek Saw: tenor and alto saxophones, Bb and bass clarinets; John Jasnoch: electric and acoustic guitars; Neil Carver: electric guitar and little instruments; Paul Shaft: bass, vocal; Pete Infanti: drums.

tags

license

all rights reserved

about

Music à la Coque Bari, Italy

irregular rock, freeform jazz, noises, no wave, un-folk, kitsch electronic, children melodies, stop rock, fart punk, drink your ears and dance !

contact / help

Contact Music à la Coque

Streaming and
Download help